PREMIO INTERNAZIONALE MICHELANGELO BUONARROTI 2019: UN GRANDE SUCCESSO

UN ALTRO SUCCESSO, OLTRE  LE PIÙ ROSEE PREVISIONI PER L’AUTORE PAOLO DE CHIARA E LA CASA CINEMATOGRAFICA CINEMASET.

Oltre un migliaio di partecipanti da ogni parte d’Italia e dal mondo, oltre cinquecento ospiti alla cerimonia di proclamazione dei vincitori: sono i numeri della quinta edizione del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti” 2019.

La manifestazione si è svolta il 30 Novembre e il 1 Dicembre, e per numero di partecipanti proietta il concorso fra i primi cinque a livello nazionale, incoraggiando gli organizzatori a guardare con entusiasmo all’edizione del 2020.

Il Premio Internazionale  “Michelangelo Buonarroti” 2019, che si è svolto nella Città di Seravezza, è stato assegnato quest’anno all’autore Paolo De Chiara, per la sezione letteraria con il suo romanzo  “Io Ho Denunciato”.

Dall’opera è stato tratto l’omonimo film prodotto dalla casa cinematografica CinemaSet di Antonio Chiaramonte, e diretto dal regista Gabriel Cash.

Una sceneggiatura impeccabile ed originale, al suo secondo riconoscimento, dopo il “PREMIO LEGALITA 2019″ ritirato a Fiumicino in soli 45 gg dalla presentazione.

Sta infatti riscuotendo un grande successo ma soprattutto tanta attenzione da parte di  studenti e giovani che hanno avuto l’opportunità di vederlo all’opera .

Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”: i protagonisti

La trama dell’opera  “Io Ho Denunciato “, vincitrice del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”, è un viaggio nei meandri dell’anima di un uomo che trova il suo riscatto nella giustizia e nella legalità grazie alla magistratura, alle forze dell’ordine e al suo legale.

Una miscela che alla fine si rivelerà vincente.

Nell’opera si descrivono i sentimenti, le paure, l’ansia, gli affetti mancati, le incertezze e la soddisfazione di chi ha ricevuto la protezione da parte dello Stato.

Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”

Nel titolo dell’opera ci sono le parole decise di un uomo che ha sofferto, che ha lottato e che, alla fine, sta per vincere la sua battaglia. ù

Un uomo normale, che ha sempre vissuto onestamente le sue attività imprenditoriali.

Questa opera desidera essere un messaggio diretto, essenziale e reale.

Per incitare e far capire, soprattutto ai giovani, che l’illegalità va combattuta .

Qualificata la giuria, presieduta da Aurelio Amendola per la parte delle arti visive e da Simone Domeniconi per quella letteraria.

Amendola è uno dei più noti fotografi italiani.

Nella sua lunga carriera si è dedicato principalmente all’arte contemporanea, immortalando i protagonisti dell’arte del Novecento e realizzando numerose monografie sulle loro opere ed esposizioni.

È apprezzato inoltre per le fotografie delle sculture del Rinascimento italiano.

Ad Amendola gli organizzatori del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”, hanno attribuito un premio alla carriera.

Analogo riconoscimento è andato a Nicola Longo, il “Poeta Poliziotto”, e allo scultore veneziano Gianfranco Meggiato.

Il presidente della giuria letteraria Simone Domeniconi è poeta e pittore dall’indole poliedrica, attivissimo sulla scena artistica e vincitore di molti riconoscimenti, quali il Premio internazionale del San Domenichino e il Premio Alpi Apuane.

In virtù del grande successo e della partecipazione registrata, anche quest’anno la cerimonia di premiazione ha avuto luogo al teatro delle Scuderie.

Due i momenti conviviali che riuniranno i vincitori con i componenti della giuria e le autorità.

Le parole di Antonio Chiaramonte

Siamo riusciti a farci rilasciare alcune dichiarazioni dal presidente della casa cinematografica CinemaSet Antonio Chiaramonte:

Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”

“Sono  felice che questa sceneggiatura abbia conquistato il cuore -non solo di tanti giovani e studenti ma a questo punto anche di tante giurie.

Questo premio internazionale -un autorevole e prestigioso festival, tra i cinque più importanti in Italia- si è dimostrato l’ennesimo riconoscimento.

Quando si lavora con persone che esemplarmente hanno interpretato il proprio ruolo, e nello specifico caso hanno testimoniato buon giornalismo e cultura, i risultati arrivano.

Il mio ringraziamento è rivolto all’autore Paolo De Chiara vincitore del premio internazionale sezione narrativa con Io Ho Denunciato, all’Avv Enzo Guarnera, al regista Gabriel Cash, agli attori che hanno interpretato benissimo ognuno la sua parte e a tutto lo staff CinemaSet.

Che dire altro? Seconda presentazione di Io Ho Denunciato ad un altro festival  in appena due mesi dalla sua presentazione, e secondo premio ricevuto, a questo punto c’è un detto che dice “ non c’è due senza tre “ “.

Leave a Reply

Your email address will not be published.