Quanto è alto Adriano Giannini

Adriano Giannini è un attore e doppiatore italiano nato il 10 Maggio del 1971 a Roma. Moro e con li occhi azzurri, Adriano ha 47 anni e è alto un metro e ottantatré centimetri.

Quanto è alto Adriano Giannini

Giannini è figlio d’arte, infatti è nato dal matrimonio tra l’attore Giancarlo Giannini e Livia Giampalmo, attrice, doppiatrice e regista.
La sua carriera nel campo del cinema inizia fin da molto giovane. Dapprima a 18 anni comincia a lavorare come aiuto operatore in “Evelina e i suoi figli”, un film televisivo diretto dalla madre, mentre successivamente inizia a lavorare con incarichi più specializzati quali il ruolo di regista al fianco di personalità come Giuseppe Tornatore in “Una pura formalità” o anche Rob Cohen in “Daylight – Trappola nel tunnel” e Anthony Minghella in “il talento di Mr. Ripley”.

Per quanto riguarda invece i suoi ruoli da attore, per la prima volta esordisce in “Alla rivoluzione sulla due cavalli” dalla rega di Maurizio Sciarra e nel 2002 invece Madonna lo sceglie per partecipare al remake di “Travolti da un insolito destino dell’azzurro mare d’agosto” di Lina Wertmuller. Nel film Giannini interpreta il ruolo che 28 anni prima aveva interpretato il padre.

Dopo queste prime esperienze nel cinema e nella televisione, Giannini figura in altri film quali “Stai con me” di Livia Giampalmo, “le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, “Una talpa al bioparco” di Fulvio Ottaviano o anche “Nero bifamiliare” di Federico Zampaglione.

In televisione lo vediamo invece in diverse fiction televisive tra le quali le miniserie “Luisa Sanfelice” dalla regia dei fratelli Taviani, “48 ore” di Eros Puglielli o anche il film “Amore proibito” di Anna Nigri. Non finisce qui, nel 2006 viene scelto per interpretare la figura del “Principe rinascimentale” nella Cerimonia di Apertura dei XX Giochi olimpici invernali a Torino.

Giannini in realtà non si è dedicato solo alla regia e alla recitazione, ma lo abbiamo visto anche come doppiatore nei panni di Joker (personaggio che nel film originale è interpretato da Jack Nicholson e doppiato dal padre Giancarlo Giannini in Batman di Tim Burton) di Heath Ledger in “il cavaliere oscuro”. Grazie a questo doppiaggio ottiene il Nastro d’argento nel 2009 come miglior doppiatore e in seguito lo vediamo doppiare anche Eric Bana in Star Trek. Sempre a Giannini si deve la voce di Christian Bale in “The Fighter” di David O. Russell. Come doppiatore Giannini è molto capace e infatti nel 2008 ottiene il premio per doppiatori “Leggio d’oro”.

Tornando alla carriera da attore, nel 2009 partecipa al film di Gabriele Muccini dal nome “Baciami ancora”, continuo di “L’ultimo bacio” e l’anno dopo scrive e dirige la sceneggiatore di “il gioco”, il suo primo cortometraggio lanciato al festival di Venezia. Negli anni successivi lo vediamo in “Una donna per amica” con Fabio de Luigi e nel cast di “Ho ucciso Napoleone” assieme a Micaela Ramazzotti.

Per quel che riguarda invece la sua vita privata, sappiamo che Giannini ha avuto una storia importante durata ben 10 anni con una restauratrice genovese di nome Maria, di cui non si sa molto. Dopo questa esperienza in realtà l’attore ha vissuto come scapolo d’oro per diversi anni e solo l’anno scorso ha iniziato una nuova relazione con la stilista Gaia Trussardi.

Foto Chi è…?

Leave a Reply

Your email address will not be published.